La stagione fredda è ormai alle porte e molte delle abitudini sportive devono adattarsi alle basse temperature, ma è proprio vero che dobbiamo abbandonare i nostri sport preferiti all’aria aperta? La corsa, anche se non siamo runner professionisti, può essere una piacevole e accessibile attività outdoor anche quando la colonnina di mercurio scende. Ci mantiene in forma e ci aiuta a ritrovare il peso ideale e perché no, può essere la giusta alleata per arrivare al nastro di partenza di Just The Woman I Am 2023 in ottime condizioni. Le iscrizioni alla corsa-camminata di 5 chilometri sono aperte: ecco tutti i consigli per un allenamento mirato a prova di freddo, con i consigli di Gianni Crepaldi, allenatore del Battaglio Cus Torino e collaboratore nazionale del settore Mezzofondo.

Corsa in inverno: come affrontare al meglio i mesi invernali?
La corsa outdoor si può praticare tutto l’anno, anche quando il termometro scende di qualche grado sotto lo zero, però occorre seguire una serie di accorgimenti che ci mettono al riparo da fastidiosi malanni di stagione e complicanze. C’è chi preferisce correre la mattina presto, chi invece dopo il lavoro. Qual è l’orario perfetto invernale? Dipende soprattutto da dove si abita. Chi vive al Sud non avrà restrizioni particolari, mentre quanti abitano al Nord dovrebbero preferire le ore centrali della giornata, quando la temperatura raggiunge il suo massimo per sfruttare anche la luce del giorno. In inverno occorre prestare maggiore attenzione anche al terreno, che può risultare particolarmente insidioso a causa di ghiaccio, fango e neve.

L’abbigliamento giusto è sempre indispensabile quando si pratica sport.
Senz’altro e se si fa jogging in inverno ancora di più: si fa più fatica perché si respira aria fredda e il nostro corpo non si scalda mai. Per questo motivo è fondamentale scegliere tessuti tecnici e termici “di nuova generazione” che ci permettono di non indossare troppo peso, ma di stare al caldo. Per l’underwear preferite i tessuti tecnici elasticizzati e traspiranti che proteggono da acqua, freddo e vento, stesso discorso per i pantaloni lunghi tipo fuseaux in microfibra termica e idrorepellente. Tenete sempre al caldo e protette le estremità del corpo, che sono più soggette al freddo: non scordate cappello o fascia per proteggere fronte, testa e orecchie; guanti e occhiali utili anche in inverno; pile in microfibra anti vento.

Un consiglio per evitare i malanni di stagione durante la corsa?
L’allenamento non cambia per quanto riguarda la durata, ma il consiglio è di finire con una leggera progressione. Anche il post corsa è molto importante, meglio cambiarsi subito per non rimanere con i vestiti sudati addosso che potrebbero causare raffreddamento. Se il tempo è particolarmente freddo, piove o nevica allora sarebbe preferibile optare per la corsa indoor, magari sul tapis roulant, che permette di mantenersi in forma senza rischiare raffreddore o influenza. Non ci sono restrizioni di orario e nei mesi freddi, quando fa buio già di pomeriggio, è un bel vantaggio per quanti possono dedicarsi al proprio sport preferito soltanto la sera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.