Sostenere la Ricerca, un impegno comune, dal 2014

istruzione

Con i fondi raccolti abbiamo supportato

BORSE E PREMI DI RICERCA – Abbiamo permesso ai ricercatori di continuare lo studio sul cancro attraverso l’erogazione di borse di ricerca annuali assegnate in base al merito.
Con i fondi sono stati finanziati due premi di ricerca, rispettivamente, ai Dipartimenti di Oncologia (Unito) e di Informatica e Automatica (Polito) per l’analisi di big data genomici in oncologia, con particolare attenzione ai tumori femminili.

CICLI DI CONVEGNI SCIENTIFICI INTERNAZIONALI – Unito Polito Cancer Series è un ciclo di convegni aperti ai ricercatori di tutta Italia, un’occasione di incontro tra i massimi esperti oncologici internazionali.
Organizzati con cadenza biennale, sono un prezioso appuntamento per confrontarsi sullo stato dell’arte della ricerca universitaria in ambito oncologico:

FORMAZIONE Convegni, incontri, seminari e webinar divulgativi aperti alla cittadinanza e dedicati alla Prevenzione, alla Salute e ai corretti stili di vita, realizzati in collaborazione con importanti enti, atenei e associazioni come LILT, WALCE, Politecnico e Università di Torino e tanti altri…

Fondi 2023

In occasione della decima edizione della JTWIA, mercoledì 31 maggio nell’Aula Magna del Politecnico di Torino è andata in scena “Donne libere di vivere”, quarta edizione della lezione spettacolo, un modo per continuare a trattare tematiche riguardanti la salute della donna, in ambito di prevenzione oncologica ma non solo. La donna è stata posta nuovamente al centro della scena, con l’obiettivo di ricordare il ruolo fondamentale della conoscenza e di sottolineare che quella stessa conoscenza può coinvolgerci con leggerezza, persino con divertimento: donne “libere”, sì, perché senza libertà non c’è benessere. Sei brevi interventi di docenti dei due atenei torinesi hanno dato corpo e consistenza all’idea di libertà, declinandola, non solo in ossequio alle regole grammaticali, al femminile. Donne libere di vivere in contesti politici ostili, donne libere di vivere e di affermarsi professionalmente, donne libere di affrontare e vincere la malattia, donne libere di muoversi senza lo spettro della violenza.

Oltre all’evento aperto al pubblico con i fondi raccolti in occasione dell’edizione 2023 sono stati finanziati quattro assegni di ricerca, due per UniTo e due per PoliTo, nello specifico:

Assegnista di Ricerca Dr. Marco Armenio, Dipartimento di Scienze Cliniche e Biologiche 
Valutazione della comprensione dell’infiammazione e della disimmunità nell’ambito di genesi, progressione e complicanze della Mielofibrosi Primaria 
Uno degli obiettivi dello studio è la valutazione dell’impatto dello stile di vita sullo stato infiammatorio del paziente.

Il controllo di fattori di rischio cardiovascolari, sia mediante ottimizzazione della terapia medica, sia mediante l’utilizzo di terapie non mediche quali l’attività fisica o l’impostazione di una dieta riduce l’incidenza di eventi trombotici e potrebbe rallentare anche la progressione della malattia.
Responsabile scientifico, Prof.ssa Carmen Fava, Associato di Ematologia presso il Dipartimento di Scienze cliniche e Biologiche (UniTo)

– Assegnista di Ricerca Dott.ssa Giorgia Sdanganelli, Dipartimento di Giurisprudenza
Servizi sociali e terzo settore: possibili modelli di amministrazione condivisa nel supporto alle donne affette da patologie oncologiche
Il progetto di ricerca è focalizzato a studiare come il terzo settore possa affiancarsi ai servizi sociali pubblici coinvolti nel supporto alle donne affette da patologie oncologiche in termini di cooperazione e collaborazione, sopperimento di un’eventuale inadeguatezza pubblica e potenziale deresponsabilizzazione della stessa.
Responsabile scientifico, Prof.ssa Manuela Consito, Ordinaria di Istituzioni di Diritto pubblico presso il Dipartimento Giurisprudenza (UniTo)

Assegnista di Ricerca Dott.ssa Mariya Shcherbyna, Department of Management and Production Engineering (DIGEP)
Women in STEM (Win-STEM): la ricerca ha l’obiettivo di esaminare i meccanismi sottostanti al Gender Gap nelle discipline STEM; inoltre la ricerca si focalizzerà sulle iniziative per favorire la partecipazione delle donne agli studi e alla ricerca nell’ambito delle biotecnologie a livello nazionale ed europeo, con un focus specifico sul contesto italiano e piemontese. 
Responsabile scientifico Prof.ssa Alessandra Colombelli, docente del Dipartimento di Ingegneria Gestionale e della Produzione – DIGEP (Politecnico di Torino) e coordinatrice del Gender Research coordination Group (GReG) di Ateneo

– Assegnista di Ricerca Dott.ssa Sara Muccio, Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Aerospaziale (DIMEAS)
IDEAL – Modelli 3D in vitro per la validazione di nanomedicine e trasportatori cellulari contro il glioblastoma multiforme (GBM): la ricerca in ambito Bio-Tech si concentra sullo sviluppo di nuove terapie per il trattamento del glioblastoma multiforme (GBM), il tipo di tumore cerebrale più comune negli adulti ma, al giorno d’oggi, incurabile.
Responsabile scientifico Prof.ssa Clara Mattu, docente del Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Aerospaziale – DIMEAS (Politecnico di Torino)

Fondi 2022

4_maglietta_NO_WAR

In occasione della nona edizione della JTWIA, il 9 giugno alle 18 nell’Aula Magna del Politecnico di Torino è andato in scena la lezione-spettacolo “Il Pendolo di Charpy”, per continuare a tenere alta l’attenzione sui temi della prevenzione e della salute, con un focus sull’universo femminile.

Oltre all’evento aperto al pubblico (su prenotazione), con i fondi raccolti in occasione dell’edizione 2022 sono stati finanziati quattro assegni di ricerca, due per UniTo e due per PoliTo, nello specifico:
Abdul Waheed Khan: Dipartimento di Scienze Mediche, titolo della ricerca “Tumore familiare della mammella: frequenza delle varianti causa di test falsi negativi dei geni BRCA1-BRCA2”
Ester Micalizzi: Dipartimento di Culture, Politica e Società, titolo della ricerca “Corsi di vita di giovani donne ed episodi oncologici. Quale intreccio tra malattia, lavoro e famiglia?” 
Roberta Bardini: Gruppo SMILIES, Dipartimento di Automatica e Informatica Politecnico Di Torino, titolo della ricerca “Cultura biofabrication systems”
Luca Falzea: Dipartimento di Architettura e Design, titolo della ricerca Studi di Genere – STEM & BIOTECH (acronimo SDG -SB)

Fondi 2021

In occasione dell’ottava edizione si è svolta la lezione concerto Ritratti di signora, andata in scena lunedì 8 marzo 2021. Inoltre dal 9 all’11 marzo si è tenuto il convegno scientifico, accreditato ECM, dal titolo Nanoscience in Cancer Immunotherapy. L’ottava edizione è stata la prima virtuale in virtù dell’emergenza COVID19.

Fondi 2020

Nel mese di marzo 2020 Just the Woman I Am si è dovuta fermare a causa della difficile situazione sanitaria legata all’emergenza COVID19.

L’Università di TorinoPolitecnico di Torino e il Centro Universitario Sportivo di Torino sono stati costretti a posticipare anche il convegno scientifico e lo spettacolo divulgativo programmati.

Valutata la situazione è stato dunque deciso il congelamento dei fondi raccolti con l’edizione 2020 accorpando il residuo fondi 2019, i fondi 2020 e quanto raccolto nel 2021 per finalizzare tutto su nuovi progetti di ricerca.

Fondi 2019

I firmatari della convezione hanno concordato che l’avanzo di gestione dell’edizione 2019 sia dedicato alla progettazione di un convegno scientifico, in programma nei giorni 11-13 marzo 2020 presso la Cavallerizza Reale, dal titolo “III Workshop UniTo-PoliTo Cancer Series in Cancer: Nanoscience in Cancer Immunotherpay”, e di un evento divulgativo, previsto sempre nel mese di marzo del 2020. Qualora gli avanzi di gestione lo permettessero si provvederà inoltre a bandire premi o assegni di ricerca.

Fondi 2018

I firmatari della convezione hanno concordato che l’avanzo di gestione dell’edizione 2018 sia dedicato alla progettazione di un evento divulgativo, che si terrà nel mese di marzo del 2019, più precisamente lunedì 11 marzo: una “lezione-spettacolo” di divulgazione scientifica presso il teatro Carignano dal titolo “Just The Woman I am a teatro”. Qualora gli avanzi di gestione lo permettessero si provvederà inoltre a bandire premi o assegni di ricerca.

Fondi 2017

L’avanzo di gestione dell’edizione 2017 di Just The Woman I Am, insieme all’avanzo delle edizioni precedenti, ha finanziato la seconda edizione del workshop scientifico internazionale “Imaging of cancer dynamics”, un seminario che ha coperto approcci basati sulle immagini per studiare le dinamiche del cancro nei suoi punti di vista più paradigmatici: biologia cellulare, metabolismo, metastatizzazione, aspetti molecolari e biologia quantitativa.

Inoltre, il 9 marzo 2018 presso l’Aula Magna “Giovanni Agnelli” del Politecnico di Torino, è stato organizzato un evento aperto al pubblico e ad ingresso gratuito dal nome “IMAGING E CANCRO, Storie di ricerca tra arte e scienza“.

Fondi 2016

L’avanzo di gestione della III edizione  di Just The Woman I Am ha finanziato due premi di ricerca del valore di 25.000 euro ciascuno, rispettivamente ai Dipartimenti di Oncologia (UNITO) e di Informatica e Automatica  (Polito) per l’analisi di big data genomici in oncologia, con particolare attenzione ai tumori femminili; una borsa di ricerca “Lions” del valore di 2500 euro in attesa di assegnazione da parte del comitato scientifico, oltre all’organizzazione del convegno divulgativo “Corri, mangia e vivi sano”.

Fondi 2015

L’avanzo di gestione dell’edizione 2015 di Just The Woman I Am, insieme all’avanzo delle edizioni precedenti, ha finanziato la prima  edizione del workshop scientifico internazionale “Enabling technologies in 3D cancer organoids”, un  seminario incentrato sui modelli tumorali 3D e inaugura una serie di conferenze sul cancro organizzata in collaborazione con l’Università e il Politecnico di Torino. L’obiettivo di questo incontro è quello di riunire ricercatori provenienti da diversi settori per esaminare i recenti progressi delle colture tridimensionali in vitro per la ricerca sul cancro: sviluppo di sferoidi e organiidi cellulari, ingegneria di impalcature e materiali tissutali, tecniche per sondare la meccanica delle strutture cellulari 3D, nonché strategie avanzate di imaging.

 

 

Fondi 2014

Nel 2014 una borsa di ricerca al dipartimento di Biotecnologie molecolari dell’Università degli studi di Torino per la ricerca della dr.ssa Barutello sul ruolo anti-tumorale dell’immunizzazione materna contro un antigene associato al tumore. La Commissione del Premio “Just the woman I am”- 2015, composta dai Pro-Rettori dell’Università di Torino, Prof.ssa Elisabetta Barberis, e del Politecnico di Torino, Prof.ssa Laura Montanaro, e dai Professori Federico Bussolino e Gianluca Ciardelli, ha esaminato le quaranta domande pervenute per il premio, apprezzando sia i contenuti scientifici dei progetti presentati che i curricula delle Candidate.

Nel formulare il proprio giudizio la Commissione ha considerato il progetto valutato in termini di innovazione, fattibilità, accuratezza nella presentazione, impatto sulla cura e diagnosi del cancro, e gli aspetti del curriculum inerenti le pubblicazioni, il soggiorno presso istituzioni scientifiche di alto profilo nazionale o internazionale ed eventuali premi conseguiti.

Sulla base di questi criteri la Commissione decide di assegnare il Premio “Just the woman I am” – 2015 alla Dottoressa Giuseppina Barutello per il suo progetto finalizzato a valutare il trasferimento della vaccinazione tumorale materna alla prole. La Commissione ha particolarmente apprezzato la capacità di coniugare ben noti concetti dell’immunologia materno-fetale con tematiche estremamente attuali quali l’educazione del sistema immune per il controllo della crescita tumorale.

Inoltre con i fondi raccolti nel 2014 è stata garantita unadonazione alla fondazione Candiolo