Si è conclusa domenica 6 marzo la nona edizione di JUST THE WOMAN I AM 2022, che ad esclusiva causa del protrarsi delle restrizioni imposte dalla pandemia ha nuovamente ospitato una edizione solamente virtual della corsa/camminata.

Sono state tre giornate in piazza San Carlo che hanno offerto ai cittadini visite di prevenzione gratuite, consulti, incontri formativi e webinar divulgativi. È stato uno spazio fisico e digitale di promozione gratuita per le associazione no profit, un’occasione di incontro e di dialogo tra il mondo accademico, l’innovazione, la qualità della ricerca clinica e la cittadinanza, comprese le scuole presso il padiglione del villaggio.

Il Villaggio della Prevenzione e del Benessere, inaugurato dal Vice Rettore per il Welfare, la sostenibilità e lo sport dell’Università degli Studi di Torino Alberto Rainoldi e, in rappresentanza del Politecnico, dal Coordinatore del Corso di Dottorato interAteneo in Bioingegneria e Scienze medico-chirurgiche Gianluca Ciardelli, ha ospitato numerose attività a cura delle ricercatrici e dei ricercatori dell’Università e del Politecnico di Torino.

Sold out sulla piattaforma di prenotazione delle visite preventive gratuite, oltre 100 le visite e consulenze, 50 gli incontri divulgativi organizzati nella tre giorni, circa 1500 gli slot disponibili dedicati alla prevenzione.   

Un successo diffuso dell’edizione virtual, con la Just the Woman I Am On the Road, che quest’anno ha avuto adesioni da Dubai, dalla California, da Washington e da tutta Italia.

Nella mattinata di venerdì 4 marzo e nel pomeriggio di domenica sono stati molti gli ospiti istituzionali che hanno preso parte al live streaming dalla piazza: la Vicesindaca della Città di Torino Michela Favaro, il Vicepresidente Vicario del CONI Silvia Salis, il Direttore Generale dell’Università degli Studi di Torino Andrea Silvestri, il Vice-Rettore Vicario per la ricerca biomedica dell’Università degli Studi di Torino Alessandro Vercelli, il Vice-Rettore per l’area medica con riguardo alla gestione dei rapporti con il Servizio Sanitario dell’Università degli Studi di Torino Umberto Ricardi, la Presidente del CUG dell’Università degli Studi di Torino Mia Caielli, il Senatore Mauro Laus, il Presidente del Centro Universitario Sportivo torinese Riccardo D’Elicio, l’Assessore allo Sport della Regione Piemonte e membro del Comitato Organizzatore Torino 2025 Fabrizio Ricca, l’assessore ai Servizi demografici della Città di Torino Francesco Tresso, la direttrice generale dell’Università del Piemonte Orientale Loredana Segreto, il Presidente del Comitato Organizzatore Giochi Mondiali Universitari Torino 2025 e Presidente EDISU Piemonte Alessandro Sciretti, la parlamentare torinese Francesca Bonomo, il Direttore Generale dell’ASL Città di Torino Carlo Picco, la Presidente del Consiglio Comunale di Torino Maria Grazia Grippo e la Presidente del Consiglio comunale di Milano Elena Buscemi. Inoltre sono intervenuti in piazza anche gli atleti dei corpi militari, accompagnati dal Comandante Sezione Atletica Mar. Ca. Iuliano Ottaviano, in rappresentanza dello Stato Maggiore della Difesa: Federico Cattaneo (Atletica Leggera), Maria Clara Giai Pron (Canoa Slalom), Ermes Tosolini (Judo), Michela Cesarò (Corsa Campestre). A contorno della tre giorni sabato 5 marzo la Mole si è illuminata di “rosa” grazie al supporto della Città di Torino e del Gruppo IREN.

Una tre giorni che ha sensibilizzato la cittadinanza torinese sui temi della ricerca, della prevenzione e dei corretti stili di vita.

Web: https://jtwia.org/

Facebook: facebook.com/torinodonna (LIKE US!)

Instagram: @torinodonna

Twitter:  twitter.com/TorinoDonna       

#jtwia #justthewomanIam #conlei #sceglidinonmancare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.